Sections
29 November 2022

MB&F & L’Epée 1839: Destination Moon

Lo spazio non è vuoto, è riempito dall’immaginazione!

Ci sono cose che dovrebbero essere lasciate all’immaginazione… ed è proprio ciò che fa Destination Moon di MB&F. Offrendo la tecnologia sufficiente per un orologio con riserva di carica di otto giorni che assomiglia a un entusiasmante razzo uscito da un romanzo di fantascienza degli anni Sessanta, ma con tanto spazio vuoto per consentire alla nostra fantasia di immaginare i dettagli.

Destination Moon

Concepito da MB&F e realizzato da L’Epée 1839, Destination Moon è la quintessenza del razzo dalla forma affusolata che abita i sogni di tutti i bambini. Ma, a uno sguardo più attento, si vedrà che le sue linee minimaliste sono più evocative che definitorie.

Ore e minuti sono visualizzati su dischi di acciaio inossidabile di grande diametro con i numeri impressi. Se la leggibilità dell’ora è fuori discussione, concentrarsi sulla misura del tempo invece che sullo spettacolare movimento aperto dalla struttura verticale richiederà probabilmente un certo sforzo di concentrazione.

Destination Moon

Sviluppata appositamente per il Destination Moon, l’architettura del movimento otto giorni di L’Epée segue la struttura di base di una vera astronave. In un razzo, l’alimentazione proviene dalla base: allo stesso modo, l’energia che muove il Destination Moon arriva dall’enorme corona di carica posta nella parte inferiore dell’orologio. I sistemi di gestione e di comando si trovano sopra i motori: lo stesso avviene in Destination Moon, dotato di un regolatore verticale per il controllo della precisione sotto la visualizzazione dell’ora e di una manopola per l’impostazione dell’ora sulla sommità del movimento. L’appariscente regolatore con il suo bilanciere animato è protetto dai raggi cosmici (e dalle dita curiose) da un piccolo pannello di vetro minerale praticamente invisibile.

Per un ulteriore omaggio ai giochi e alle fantasie dell’infanzia, le piastre circolari orizzontali del movimento del Destination Moon sono perforate come i componenti del Meccano. Malgrado l’eterea struttura aperta, con i suoi quattro chili, Destination Moon non è un orologio “leggero”: le sue stabili capsule di atterraggio impediscono che eventuali urti possano alterare la marcia dell’orologio o addirittura farlo cadere.

Destination Moon

E poi c’è Neil: una simpatica figurina in tuta spaziale realizzata in argento massiccio e acciaio inossidabile, fissata magneticamente alla scala che collega la corona al movimento. Neil è l’astronauta che conduce il Destination Moon verso mondi lontani ma, soprattutto, infonde un senso di meraviglia infantile collocando l’uomo all’interno della macchina.

La struttura verticale concentrica del movimento otto giorni è stata sviluppata appositamente per il Destination Moon, tuttavia presenta anche forti analogie con quello della Horological Machine N.7 Aquapod, presentata di recente da MB&F: il primo è un orologio da tavolo ispirato a una navicella spaziale e il secondo un orologio da polso che ricorda una medusa, ma entrambi sono dotati di un movimento dall’architettura verticale concentrica, ed entrambi sono alimentati dalla base.

Destination Moon è disponibile in 4 edizioni limitate di 50 esemplari ciascuna in ottone placcato palladio (argento) e trattato PVD nero, verde e blu.

By Jacopo Corvo