Sections
15 giugno 2024

F.P. Journe e Only Watch: quando l'eccellenza fa del bene

 

È una lunga storia quella che lega François-Paul Journe a Only Watch. Come ricorderete, Only Watch è l’asta biennale di beneficenza cui partecipano i più grandi marchi di orologeria, che creano dei pezzi unici appositamente per questo appuntamento.

L’asta è stata istituita nel 2005 da Luc Pettavino. Sotto l’alto patronato del Principe Alberto II di Monaco, mira a raccogliere fondi per la ricerca sulla distrofia muscolare di Duchenne mettendo all’asta orologi unici. La distrofia muscolare di Duchenne è una malattia genetica che colpisce 1 ragazzo su 3.500, tra cui Paul, il figlio di Luc e Monique, la cui diagnosi è stata la spinta che ha portato alla nascita del progetto. 

Dal 2005, grazie alla sempre più importante mobilitazione dell’industria dell’orologeria e al sostegno di un intero ecosistema, questa iniziativa è diventata un appuntamento biennale molto atteso sia dai marchi sia dai collezionisti. L’asta ha permesso all’organizzazione di beneficenza dietro Only Watch, l’Associazione Monégasque contre les Myopathies, di raccogliere quasi 100 milioni di franchi, con i quali ha finanziato significativi progressi scientifici e medici. 

Luc Pettavino Only Watch

François-Paul Journe partecipa a Only Watch dal 2015 e, nelle sue cinque presenze compresa l’attuale ha creato orologi straordinari che vale la pena ricordare. In ciascuno di essi, il maestro ha messo gran parte della propria sapienza orologiera, facendo in modo che diventassero non solo ambitissimi durante l’asta, ma anche dei pezzi capaci di far parlare di sé al di là di Only Watch

A testimonianza di quanto il maestro abbia a cuore l’iniziativa di Luc Pettavino, per l’orologio dedicato a Only Watch 2024, il Chronomètre Furtif Bleu, ha deciso di realizzare il quadrante in smalto Grand Feu, con un trattamento speciale che gli conferisce un effetto a specchio. Come nei pezzi unici per Only Watch, due sono gli elementi distintivi dal 2017: il colore blu del quadrante, ma anche della cassa in tantalio, e un tocco di arancione.

ONLY WATCH 2015: TOURBILLON SOUVERAIN BLEU

La storia di F.P. Journe con l’asta iniziò, appunto, nel 2015. Per l’occasione, il marchio andò sul sicuro proponendo uno dei suoi orologi più celebri e dal fascino senza tempo, il Tourbillon Souverain, nella versione Tourbillon Souverain Belu. Un modello che è ormai parte del dna di Journe e che nella versione per Only Watch salì sul podio dei più costosi.

Nell’asta del 2015 fu infatti battuto a 550.000 franchi svizzeri, ossia quattro volte il prezzo del Tourbillon Souverain in platino. Meglio di lui fecero solo il Patek Philippe Grand Complication Ref. 5016A-010 in acciaio (7 milioni e 300.000 franchi) e il Richard Mille RM 27-02 Raphael Nadal, stimato 600.000-700.000 franchi e battuto a 650.000 franchi.

Only Watch 2021 F.P. Journe Tourbillon Souverain

Sul Tourbillon Souverain abbiamo già scritto in passato, sia nella sua versione Régence, sia nei panni del raffinato Tourbillon Souverain Vertical. Non c’è tantissimo in più da dire che non sia stato raccontato nei nostri articoli precedenti. La novità è che, per la sua prima partecipazione a Only Watch, François-Paul Journe optò per un materiale insolito, il tantalio.

Fu infatti la prima volta in cui si vide un tourbillon alloggiato in una cassa realizzata interamente in tantalio. Un metallo che prende il nome dal mitologico re Tantalo e dal suo supplizio: incatenato a un albero colmo di frutti vicino a una fonte, tutte le volte che cercava di prendere un frutto o tentava di bere, ogni cosa si allontanava. Poiché il tantalio è molto difficile da lavorare, si rischia di rovinare tutto quando si pensa di avere il risultato finale a portata di mano.

Caratteristica del Tourbillon Souverain Bleu era lo straordinario quadrante blu cromo, che rifletteva come uno specchio e il cui colore cambiava a seconda di come era illuminato. Il calibro creato da F.P. Journe era in oro rosa 18 carati, dotato del celebre remontoir d’égalité e dei cosddetti secondi morti.

Il remontoir d’égalité è un sistema creato per ottenere una forza costante. Esso prende dalla molla del bariletto, più o meno potente a seconda che sia essa carica o scarica, sempre la stessa quantità di energia ogni secondo. I secondi morti sono collegati al remontoir d’égalité e permettono alla lancetta dei secondi di arrestarsi per l’intera durata di ogni secondo, indicando così il secondo non appena quello precedente è trascorso.

ONLY WATCH 2017: CHRONOGRAPHE MONOPOUSSOIR RATTRAPANTE BLEU

Nel 2017 fu la volta del Chronographe Monopoussoir Rattrapante Bleu, orologio del tutto nuovo creato appositamente per l’asta. Anche in questo caso la cassa da 44 mm di diametro e 11,50 di spessore fu sviluppata interamente in tantalio in esclusiva per Only Watch, dato che si trattava di una misura mai esistita nella collezione. Erano in tantalio anche il pulsante e la corona.

Anche il quadrante blu cromo era un esemplare unico, sviluppato appositamente per Only Watch. Riportava una scala tachimetrica arancione per misurare la distanza percorsa in chilometri e una telemetrica gialla per misurare la distanza percorsa dal suono. I numeri stilizzati erano nuovi, accompagnati da due contatori argentati – piccoli secondi a ore 9, cronografo 30 minuti a ore 3 – e da lancette in acciaio azzurrato.

Only Watch 2017 F.P. Journe Chronographe Monopoussoir Rattrappante Bleu

Il suo calibro F.P. Journe 1517 “Chronographe Monopoussoir Rattrapante” con ruota a colonne in oro rosa 18 carati, ispirato ai cronografi tradizionali e sviluppato esclusivamente per l’asta, si distingueva per le finiture a côtes circolari sui ponti, la platina parzialmente perlata, le teste delle viti lucide e i perni con estremità arrotondate lucide. Anche in quel caso, il prezzo a cui fu battuto l’orologio fu eccezionale: 1.150.000 franchi.

«Sono felice che il nostro orologio abbia ottenuto un prezzo così alto per beneficenza. Sono stato totalmente coinvolto in questa creazione unica che ha fruttato una notevole somma di denaro all’Associazione Monegasca per la Ricerca sulla Distrofia Muscolare di Duchenne», fu il commento François-Paul Journe.

ONLY WATCH 2019: F.P. JOURNE ASTRONOMIC BLEU

Il 2019 fu caratterizzato dall’Astronomic Bleu, anch’esso con cassa in tantalio e arricchito con le più raffinate complicazioni. Tourbillon e ripetizione minuti, equazione del tempo, ora siderale, indicazione di alba e tramonto, fasi lunari, secondo fuso orario e calendario annuale, lo resero uno degli orologi più complessi mai progettati da François-Paul Journe. 

Come ricordò il maestro stesso, l’ispirazione del progetto fu il disegno di un adolescente, trovato dentro il cesto della carta straccia. Uno schizzo realizzato anni prima dal figlio di François-Paul Journe, Charles, che dopo averlo disegnato lo aveva gettato via pensando che non fosse adeguato alle creazioni di famiglia. Eppure il padre ci vide ottime idee e conciò una ricerca sull’orologio che sarebbe durata sei anni. e finalmente si è tornato al tavolo da disegno. 

Only Watch 2019 F.P. Journe Astronomic Bleu

Si lasciò ispirare da una delle sue precedenti creazioni, un orologio da tasca con planetario realizzato nel 1987 per un collezionista di oggetti scientifici. Quell’orologio con tourbillon indicava il tempo medio e il tempo siderale, l’equazione del tempo, aveva un calendario completo e la riserva di carica. Partendo da lì, Journe si proiettò al futuro e creò il pezzo per Only Watch, con un movimento in oro rosa 18 carati totalmente nuovo. Un movimento che era di fatto un prototipo, il movimento da lavoro di François-Paul Journe allo stato “brut”, senza finiture.

Il quadrante era blu cromo come nei precedenti orologi per Only Watch, con contatori impreziositi dalla decorazione Clou de Paris e con le fasi lunari, espresse da una Luna iperrealista ricavata da una fotografia della Nasa. A ore 3 c’era il quadrante dell’ora media o civile, con una lancetta blu che indicava un secondo fuso orario.

A ore 9 c’era il quadrante dell’ora siderale e, accanto a esso, erano visualizzati su un disco i secondi medi. Tra i due c’erano i minuti centrali e l’indicatore della riserva di carica, fino a 40 ore, e un’apertura blu che mostrava l’alba e il tramonto. In tutto questo, l’orologio suonava anche le ore, i quarti e i minuti e possedeva 18 funzioni, tutte impostabili dalla corona. Prezzo finale? Il più alto allora per un orologio di François-Paul Journe: 1.800.000 franchi

ONLY WATCH 2021: F.P. JOURNE FFC BLEU

Siamo così al 2021, con il pezzo forse più sorprendente mai creato dal maestro, non solo per Only Watch. L’F.P. Journe × Francis Ford Coppola FFC Blue lasciò infatti tutti a bocca aperta perché si trattava di un automa, anche se presentato sotto forma di prototipo. Anche in quel caso, cassa in tantalio e movimento creato ex novo, il calibro automatico FFC 1300.3.

Only Watch 2021 F.P. Journe FFC Bleu

Nell’orologio, il giro della minuteria ruotava e i minuti erano indicati da un indice fissato a ore 12. A al centro del quadrante c’era una grande mano blu, le cui dita mobili apparivano o scomparivano istantaneamente per indicare l’ora in base alla loro posizione. Non erano lancette, ma vere e proprie dita di una mano meccanica, creata nel ‘500 da Ambroise Paré, il padre della chirurgia moderna che aprì la strada a diverse tecniche chirurgiche e trattamenti sui campi di battaglia.

Costruita nel 1551, “Le Petit Lorrain”, come era conosciuta la mano di Paré, faceva affidamento su leve e molle per imitare i movimenti di una mano reale. Pare sia stata indossata in battaglia da un capitano di cavalleria francese, che riferì di essere in grado di utilizzarla per afferrare le redini del suo cavallo.

Only Watch 2021 F.P. Journe FFC Bleu

Le cinque dita sul quadrante si estendevano e ritraevano per indicare le ore dall’una alle 12. In linea teorica sarebbe stato possibile visualizzare fino a 32 cifre diverse su una sola mano (cinque dita estese o ritratte, quindi cinque cifre binarie, comportano 25 ossia 32 combinazioni), quindi sarebbe stato possibile indicare tutte le 24 ore. Sarebbe però stato troppo complicato da realizzare e poco pratico da leggere, poiché sarebbe stato necessario ricordare 24 combinazioni diverse di dita; perciò François-Paul Journe scelse di utilizzare una visualizzazione di 12 ore che si sarebbe ripetuta due volte al giorno.

Only Watch 2021 F.P. Journe FFC Bleu

Anche nel caso dell’F.P. Journe × Francis Ford Coppola FFC Blue cassa in tantalio e movimento creato da zero. Anche in quel caso un prezzo finale da far girare la testa: 4.500.000 franchi.

ONLY WATCH 2024: CHRONOMÈTRE FURTIF BLEU

E siamo al 2024, con il pezzo unico per l’asta del 10 maggio che è il Chronomètre Furtif Bleu. È un orologio costruito attorno al concetto del LineSport, con cassa da 42 mm e bracciale interamente realizzato in tantalio sabbiato e lucido, una prima mondiale per il marchio. La sottile cassa da 9,5 mm, dal colore blu-grigio scuro, ospita un nuovo quadrante blu, che a prima vista potrebbe sembrare quello del Chronomètre Bleu, ma in realtà è realizzato con una tecnica diversa.

Da essa deriva il nome Furtif, poiché il quadrante in smalto Grand Feu rende difficoltosa, quasi segreta, la lettura dell’ora se il segnatempo non è rivolto verso chi lo guarda, poiché il quadrante blu rivela i numeri solo se riflessi dalla luce: essi sono incisi al laser opaco sulla superficie smaltata. Il tempo è indicato dalle lancette blu delle ore e dei minuti, con solo la lancetta dei secondi in contrasto con una tonalità arancione brillante, ancora una volta, un altro elemento di design classico di Journe.

Only Watch 2024 F.P. Journe Chronomètre Furtif Bleu

Il retro del Chronomètre Furtif Bleu è molto meno… furtif. Rivela il calibro 1522 di nuova concezione, con alcune complicazioni aggiuntive di cui solo chi indossa l’orologio può godere: un indicatore della riserva di carica e una fase lunare.

Questo movimento, con platine e ponti realizzati in oro rosa 18 carati, presenta la classica architettura a doppio bariletto del Chronomètre Souverain; il lato destro presenta invece una nuova costruzione per l’organo regolatore; il bilanciere è tenuto sotto un ponte trasversale più stabile mentre è collegato ai secondi centrali diretti. Questo nuovo movimento ha una riserva di carica di 56 ore.

Gli organizzatori si aspettano un prezzo finale tra i 200.000 e i 400.000 franchi, ma siamo abbastanza sicuri che non si arriverà lontanissimi dalle quotazioni delle edizioni precedenti. Salvo, probabilmente, quella del 2021, decisamente inarrivabile.

Per quanto il Chronomètre Furtif Bleu possa sembrare un orologio più “immediato” di quello delle precedenti edizioni, resta un segnatempo estremamente complesso e ricercato. Se ci aggiungiamo la firma del maestro François-Paul Journe, un’aggiudicazione con parecchi zeri è più che certa.

By Davide Passoni