Sections
30 January 2023

Vacheron Constantin: Traditionnelle Complete Calendar Openface

Gabriel García Márquez una volta disse che «più la scrittura è trasparente e più la poesia è visibile». Sembra quasi che Vacheron Constantin si sia ispirata a questa frase per dare una scossa alla sua collezione più classica, la Traditionnelle, e creare il Traditionnelle Complete Calendar Openface. Sostituendo alla parola “scrittura” la parola “estetica” e alla parola “poesia” la parola “meccanica”.

Vacheron Constantin Traditionnelle Complete Calendar Openface

Più l’estetica è trasparente e più la meccanica è visibile. Suona bene e calza a pennello su questo orologio al quale Vacheron Constantin ha messo un abito contemporaneo, senza snaturare un modello che si ispira alla grande tradizione orologiera ginevrina del XVIII secolo e a uno dei cavalli di battaglia del marchio, il calendario completo.

DAL PASSATO AL FUTURO

Popolare negli anni ‘40 e ‘50, il calendario completo è stato rivisitato dal marchio con un accattivante tocco vintage nei modelli Historiques Triple Calendar 1942 e 1948 del 2017. Ora il vintage lascia spazio al moderno con la trasparenza del cristallo zaffiro, un tratto molto contemporaneo sul quale la Maison ha lavorato tanto negli ultimi anni ma che ha introdotto con parsimonia nella linea Traditionnelle.

Vacheron Constantin Traditionnelle Complete Calendar Openface

Invece di un movimento scheletrato – che è la norma per gli orologi a quadrante aperto – questo ha un quadrante trasparente che mette in mostra i ruotismi e il funzionamento del modulo del calendario. Il trattamento NAC color antracite su ponti e platine rimane così ben visibile e valorizza la costruzione tanto del calibro quanto del segnatempo nel suo complesso. 

Vacheron Constantin Traditionnelle Complete Calendar Openface

Oltretutto in una collezione il cui spirito è tutto nel nome, il quale suggerisce linee tradizionali ed estetica intramontabile, unite a una continua spinta all’innovazione e alla ricerca stilistica. Vacheron Constantin aveva già dato prova suprema di questo bilanciamento fra tradizione e innovazione della collezione Traditionnelle nel 2019, con l’introduzione del Twin Beat Calendario Perpetuo. Ora, con il Complete Calendar Openface la Maison prosegue in questa linea di sperimentazione che unisce classicità e avanguardia.

DALLA CASSA AL QUADRANTE

A partire dalla cassa. Sono 41 mm di massiccio ed elegante oro bianco (esiste anche la versione in oro rosa), alleggeriti dalla lunetta estremamente esile e dal quadrante in vetro zaffiro, il vero protagonista sulla scena del Traditionnelle Complete Calendar Openface. Ricco di informazioni ma estremamente leggibile, esso si sviluppa su piani differenti che danno all’orologio una profondità impressionante.

Vacheron Constantin Traditionnelle Complete Calendar Openface

La parte superiore del quadrante ha una sezione grigio ardesia lavorata a guilloché – retaggio della classicità di Traditionnelle -, sulla quale si proietta il logo di Vacheron Constantin, stampato sul vetro zaffiro che sovrasta il quadrante stesso. Nella parte centrale campeggiano i due dischi, anch’essi in vetro zaffiro, con i giorni della settimana e i mesi dell’anno. Giorno e mese corrente sono leggibili a contrasto: al di sotto di essi, due parallelepipedi bianchi fissati alla platina fanno in modo che spicchino sul grigio antracite di quadrante e movimento.

Vacheron Constantin Traditionnelle Complete Calendar Openface
Vacheron Constantin Traditionnelle Complete Calendar Openface

Sebbene sia un calendario completo relativamente tradizionale e “semplice”, proprio il calendario è esaltato da un attraente senso di profondità meccanica grazie ai suoi dischi in vetro zaffiro, che rivelano i ruotismi e le leve sottostanti.

Vacheron Constantin Traditionnelle Complete Calendar Openface

LA LUNA SECONDO VACHERON CONSTANTIN

Il giorno del mese è riportato su una finitura opalina grigio ardesia che circonda il quadrante ed è indicato da una lancetta centrale con punta a mezzaluna, mentre nella parte inferiore del quadrante stesso campeggia il disco con l’indicazione delle fasi lunari. Si tratta di una complicazione non sempre presente nei calendari completi, che Vacheron Constantin interpreta in modo coerente all’intera struttura dell’orologio.

La finestra che consente di visualizzare le fasi della luna – le cui facce sono rappresentate in modo molto realistico – ha la parte inferiore “oscurata” da una maschera in vetro zaffiro opaco. L’indicatore delle fasi lunari si armonizza in modo naturale alla struttura dell’intero quadrante, reso omogeneo dal grigio ardesia sul quale spicca una parte del treno del tempo in ottone.

Vacheron Constantin Traditionnelle Complete Calendar Openface

L’identità della collezione Traditionnelle è mantenuta grazie ad alcuni segni distintivi come la cassa e le anse rotonde a gradini, il fondello scanalato, la lunetta sottile, la minuteria chemin de fer, le lancette sfaccettate Dauphine e gli indici bâton in oro sfaccettati e applicati (bianco o rosa, a seconda della referenza). Allo stesso modo, l’estrema cura nella realizzazione del movimento inserisce questo orologio nel solco della più pura tradizione di Vacheron Constantin.

IL MOVIMENTO DEL TRADITIONNELLE COMPLETE CALENDAR OPENFACE 

Il calibro 2460 QCL/2 è infatti un’evoluzione del calibro 2450, il primo movimento a carica automatica interamente progettato e sviluppato da Vacheron Constantin e certificato dal prestigioso punzone di Ginevra. Con 312 componenti, il movimento guida le indicazioni del triplo calendario e le fasi lunari di precisione e dispone di un meccanismo di arresto dei secondi per un’impostazione precisa dell’ora. La visualizzazione delle fasi lunari richiede solo una correzione ogni 122 anni.

Vacheron Constantin Traditionnelle Complete Calendar Openface

Girando il Traditionnelle Complete Calendar Openface, il fondello in oro bianco ha una finestra in vetro zaffiro che consente di vedere il movimento al lavoro, con il suo rotore in oro traforato e decorato con sezioni spazzolate e la croce di Malta lucida. Batte a 4Hz (28.800 alternanze/ora) e la sua riserva di carica è di 40 ore.

Vacheron Constantin Traditionnelle Complete Calendar Openface

Il colore antracite sulla platina e sui ponti del movimento è il risultato di un trattamento galvanico NAC operato sulla superficie; si tratta di un rivestimento scuro con una lega a base di platino, che offre resistenza e durata superiori rispetto ad altri trattamenti dall’aspetto simile. Ha la caratteristica di esaltare le raffinate finiture tipiche della Maison, tra cui la lavorazione a Côtes de Genève sui ponti smussati.

VESTIBILE E (QUASI) ACCESSIBILE

Un’ultima parola sulla vestibilità del Traditionnelle Complete Calendar Openface. Lo abbiamo scritto sopra: pur nella scelta di stile forte che ha portato all’uso del quadrante in cristallo zaffiro in un segnatempo della linea Traditionnelle (ricordiamo che nella stessa collezione esistono le versioni “classiche” del calendario completo in oro rosa e bianco, con quadrante chiuso), l’orologio rimane in tutto e per tutto coerente con i canoni di questa collezione.

Ciò significa anche che si tratta di un orologio estremamente portabile. È a tutti gli effetti un dress watch, pensato per accomodarsi senza pensieri sotto al polsino di una camicia elegante nonostante i 41 mm della cassa. Che sono però mitigati dalle anse a gradini e dallo spessore contenuto del segnatempo: solo 10,7 mm, decisamente ottimi per un calendario completo.

Così come lo è il prezzo. Il Traditionnelle Complete Calendar Openface di Vacheron Constantin costa 47.600 euro, sia nella versione in oro rosa sia in quella in oro bianco. Sono 6.100 euro in più delle versioni con quadrante chiuso; una differenza che un appassionato di meccanica può anche pensare di mettere sul piatto per avere il privilegio di incantarsi ogni giorno davanti alla meraviglia di un calibro in movimento. Siamo o non siamo amanti dell’orologeria “insana”?. 

By Davide Passoni