Sections
15 giugno 2024

Jaeger-LeCoultre: Duometre Chronograph Moon

Nel 2007 Jaeger-LeCoultre lancia il rivoluzionario movimento Duometre nella forma di cronografo, complicazione simbolo per eccellenza del concetto di precisione. Nel 2024, la Maison integra il concetto Duometre in un orologio totalmente nuovo, in cui l’alta precisione del cronografo si coniuga con il fascino di una complicazione celestiale. Animata dal nuovo Calibro 391, la Duometre Chronograph Moon presenta un intrigante contrasto tra la straordinaria velocità operativa di 1/6 secondo del cronografo e il moto placido della Luna compiuto in 29,53 giorni, consultabile grazie all’indicazione giorno/notte. 

Jaeger-LeCoultre Duometre Chronograph Moon

DUOMETRE, LA SOLUZIONE 

Il problema fondamentale degli orologi complessi dal punto di vista meccanico è che, affinché le complicazioni funzionino, queste assorbono naturalmente parte dell’energia fornita dal bariletto. Tale circostanza mina quella che dovrebbe invece essere una costante e regolare fornitura di energia, indispensabile per il corretto funzionamento cronografico dello scappamento e la garanzia della sua precisione. 

Jaeger-LeCoultre Duometre Chronograph Moon

Nei primi anni 2000, Jaeger-LeCoultre ha rilevato la sfida trovando la soluzione nell’invenzione del movimento Duometre. Lanciato nel 2007 e brevettato da Jaeger-LeCoultre, presenta due bariletti distinti e due ingranaggi indipendenti – il primo per alimentare lo scappamento (per il cronometraggio), il secondo per alimentare le complicazioni – entrambi integrati in un unico calibro e connessi ad un unico scappamento. Per la prima volta, quindi, la Manifattura ha reso possibile garantire l’isosincronia del movimento e il funzionamento delle complicazioni al contempo, senza alcun tipo di interferenza. 

IL NUOVO CALIBRO 391

Gli ingegneri di Jaeger-LeCoultre hanno progettato il Calibro 391 ex novo, dando vita a un movimento interamente integrato che unisce un cronografo monopulsante a carica manuale alle complicazioni giorno/notte e delle fasi lunari, oltre a due indicazioni della riserva di carica e una lancetta dei secondi foudroyante.

Jaeger-LeCoultre Duometre Chronograph Moon

Quando il meccanismo cronografo è attivato, la lancetta dei secondi foudroyante dà il via alla sua vorticosa danza completando una rotazione in un secondo, durante il quale compie sei scatti, fermandosi all’istante insieme al timer e garantendo di conseguenza una lettura con precisione di 1/6 di secondo

Jaeger-LeCoultre Duometre Chronograph Moon
Jaeger-LeCoultre Duometre Chronograph Moon

Sul lato del quadrante della Duometre Chronograph Moon, due sezioni scheletrate offrono un’affascinante vista sul meccanismo, alludendo alla bellezza del calibro dal punto di vista meccanico. Sul retro, il fondello trasparente in vetro zaffiro rivela interamente il movimento in gran parte scheletrato e una serie di ponti che sembrano quasi fluttuare sulle leve e le ruote, attirando lo sguardo sul meccanismo. I ponti, che creano unità visiva per il movimento, presentano una finitura Côtes de Genève soleil. Non mancano finiture dell’Alta Orologeria tradizionale: angoli lucidi e smussati definiscono le estremità dei ponti; le superfici satinate risaltano sul metallo lucido; il perlage sulla platina principale riflette la luce attraverso il meccanismo; infine, le viti azzurrate creano un bel contrasto con i toni argento del metallo. 

UN QUADRANTE RICCO

Il quadrante risulta elegante e di facile lettura, grazie al distintivo layout con tre contatori e lunghe lancette sottili che rendono la Duometre immediatamente riconoscibile. Riecheggiando l’estetica dei tradizionali quadranti a settori, la superficie del quadrante principale e il centro di ogni contatore presentano una texture delicata ottenuta attraverso la finitura opalina; l’ampio anello che circonda ogni contatore, invece, è decorato dalla tecnica azuré, una sottile incisione eseguita in cerchi concentrici perfettamente regolari. A completare l’estetica del modello, i contatori sono leggermente incassati rispetto alla superficie principale, mentre l’estremità del quadrante è delicatamente curvata, per seguire i contorni del cristallo rialzato “glass box”. 

Jaeger-LeCoultre Duometre Chronograph Moon

Sottolineando il design simmetrico, l’indicazione delle fasi lunari è integrata al contatore cronografico delle ore e dei minuti, situato a ore 3. Lo sfondo blu viene bilanciato da quello dell’indicazione giorno/notte, integrata nel contatore a ore 9. Il tempo trascorso è mostrato sui contatori 12 ore, 60 minuti e 60 secondi, mentre il contatore 1/6 di secondo e la scala tachimetrica posti attorno al quadrante consentono di misurare la velocità in base al tempo impiegato per coprire una distanza fissa, o di calcolare la distanza in base alla velocità. 

Jaeger-LeCoultre Duometre Chronograph Moon

La funzione dei secondi foudroyante è mostrata su un contatore a ore 6, abbinato alle due sezioni scheletrate che rivelano parti del meccanismo. Le due riserve di carica da 50 ore per ciascun bariletto e ingranaggio sono mostrate su un ponte a forma di arco su ogni lato del contatore. Entrambi i bariletti sono caricati tramite una singola corona, da ruotare in avanti per il bariletto che fornisce la carica per la funzione cronometrica, e indietro per quello che anima le complicazioni. 

DAL TASCHINO AL POLSO

In occasione del lancio dei nuovi modelli Duometre nel 2024, Jaeger-LeCoultre ha progettato una cassa totalmente nuova per la collezione. Interpretazione contemporanea degli orologi da taschino savonette creati dalla Maison nel XIX secolo, presenta dei profili smussati dal grande fascino estetico e tattile. La lunetta stondata e il vetro cristallo convesso rifiniscono il design della nuova cassa Duometre. Anche la corona è stata ridisegnata con una dentellatura smussata e profonda che la rende estremamente piacevole da utilizzare. Le uniche linee decise sono quelle delle estremità delle anse lucidate. 

Jaeger-LeCoultre Duometre Chronograph Moon

Con i suoi 42,5 mm di diametro, la cassa si compone di ben 34 componenti; le sue anse sono avvitate invece che integrate, per consentire l’utilizzo di molteplici tecniche di finitura. Il connubio di superfici lucide, spazzolate e micro-sabbiate crea un affascinante gioco di luci al muoversi del polso. 

Jaeger-LeCoultre Duometre Chronograph Moon

Il nuovo Jaeger-LeCoultre Duometre Chronograph Moon è disponibile in due varianti: la prima con cassa in platino e quadrante color rame (€. 98,000); la seconda con cassa in oro rosa e quadrante argento (€. 79,500). Entrambi i modelli sono corredati da un cinturino in alligatore con impunture realizzate a mano e rivestimento interno con alligatore in miniatura.