Sections
22 giugno 2024

Andrea Furlan racconta il Furlan Marri Black Sector

Furlan Marri è uno dei fenomeni dell’orologeria più interessanti esplosi negli ultimi anni. Nato dalla visione e dall’audacia del designer industriale svizzero Andrea Furlan e dal collezionista saudita Hamad Al Marri, ha fatto il botto vincendo il premio “Horological Revelation” al Grand Prix d’Horlogerie de Genève 2021 con il cronografo Mr. Grey, Ref. 1041-A, come ricordiamo qui.

Ora, dopo il successo delle sue collezioni di lancio con il calibro mecaquartz, Furlan Marri ha debuttato con il primo orologio meccanico, il Black Sector – Ref. 2116-A, animato da un movimento automatico interamente prodotto La Joux-Perret. «Abbiamo sempre voluto proporre un orologio meccanico dopo il nostro mecaquartz – ha raccontato in esclusiva a Watch Insanity Andrea Furlan -, poiché il nuovo movimento di La Joux-Perret che utilizziamo, con una riserva di carica di 68 ore, era una novità in quel momento. Lo abbiamo voluto condividere con la nostra community».

Furlan Marri Black Sector

La massa oscillante in tungsteno con rivestimento in palladio assicura una rotazione regolare e una corretta distribuzione del peso. Inoltre, tutti i movimenti hanno una finitura di fascia alta con decorazioni a Côtes de Genève e coquillage e sulla massa oscillante sono incise le parole “Furlan Marri, crafted with care, designed for details”.

Furlan Marri Black Sector

Un’attenzione alle finiture che, forse, avrebbe meritato un fondello trasparente: «Volevamo essere il più vicino possibile alle sensazioni vintage, quando gli orologi avevano un fondello chiuso con un movimento all’interno completamente decorato», ci ha detto ancora Andrea Furlan.

Furlan Marri Black Sector

La cassa in acciaio misura 37,5 mm ed è spessa 10,5; è composta da più parti ed è caratterizzata dalle anse a corna di vacca, che sono aggiunte alla cassa dopo le operazioni di rifinitura. Le anse sono collegate da un ponte, visibile a ore 12 e a ore 6, sul quale sono incisi con il nome del brand, il numero di serie del modello e il numero di produzione dell’orologio

Furlan Marri Black Sector
Furlan Marri Black Sector

Anche la lunetta è rifinita separatamente, mentre le parti interne della cassa sono lavorate con una finitura a grana circolare, che inizia dalla parte inferiore della lunetta e va fino alla parte interna del fondello decagonale a vite. La cassa ha una finitura lucida e spazzolata su entrambi i lati e sulle anse, mentre la corona è lucida.

Furlan Marri Black Sector
Furlan Marri Black Sector

I riferimenti sono ai modelli del passato di Patek Philippe o Vacheron Constantin, ma il brand guarda anche oltre: «Per i mecaquartz – continua Furlan -, la storia è stata quella di François Borgel (poi Taubert & Fils), artigiani delle casse. Borgel ha realizzato casse per quei fantastici marchi e si possono notare gli stessi dettagli come i pulsanti incisi (chiamati Tasti Tondi dagli italiani) e il fondello a vite decagonale. Anche Movado condivideva lo stesso DNA e molte marche, in passato, usavano il tipo di anse a corna di vacca». Non sono da escludere in futuro casse di forma o quadrate, anche se, ci ha detto ancora Furlan, «quest’anno ci concentreremo su altre forme. Sarà una sorpresa».

Il quadrante è a settori, come ricorda il nome della referenza, e ha una lavorazione stampata ottenuta da elettroerosione, per dare una finitura sottile e finemente grené. La stampa è a rilievo e gli indici in stile Breguet, in acciaio lucido, sono applicati. Le lancette sono curve e il vetro zaffiro è antigraffio, con cinque strati di rivestimento antiriflesso e uno anti-ditate.

Furlan Marri Black Sector

Da sempre gli orologi di Furlan Marri sono forniti con due cinturini, ma con il Black Sector il brand ha fatto un passo in più. Ha voluto lasciare ai clienti la scelta di indossare l’orologio con un cinturino con barra curva (in pelle nera) o dritta (in pelle color caramello): per questo ha praticato nelle anse due fori, non passanti, uno per ciascuna tipologia. Del resto, il feedback dei clienti è tutto per il marchio, come dimostrano le reazioni sui social alla presentazione del segnatempo: «Ottime, siamo rimasti sorpresi dal fatto che a molte persone siano piaciute quelle anse a corna di vacca, qualcosa che non è comune nell’industria dell’orologeria, specialmente a quel prezzo», ci ha confermato Andrea Furlan.

Furlan Marri Black Sector

I preordini per il Black Sector sono stati aperti dal 24 giugno al 4 luglio (a un prezzo di 1.250 franchi) e, dalla loro chiusura, questa particolare referenza non è più disponibile: «Effettuiamo preordini anche per “misurare la temperatura”, per capire se siamo sulla strada giusta. E per ringraziare la community, proponiamo un quadrante unico o referenze che non saranno più prodotte al termine dei preordini».

Di sicuro, però, l’introduzione del calibro meccanico non fermerà la produzione di orologi al quarzo, come ci ha anticipato Furlan: «Continueremo la collezione mecaquartz in quanto è un prodotto interessante. Quest’anno introdurremo una collezione permanente che sarà disponibile tutto l’anno: una volta esaurita, produrremo un lotto di orologi maggiore».

Furlan Marri Black Sector

Nel comunicare la novità del Black Sector, il marchio ha anticipato una “nuova esperienza” per i clienti che ha intenzione di attivare quest’anno. Spinti dalla curiosità, abbiamo chiesto ad Andrea Furlan di raccontarci qualcosa in più: «È una cosa a cui abbiamo pensato da molto tempo, perché non vedevamo ancora un concetto che unisse un marchio ai clienti. Apriremo la nostra esperienza a tutti coloro che visiteranno il nostro showroom-ufficio a Ginevra (per mantenere l’etichetta Swiss made). I nostri clienti, visitatori, amici saranno invitati ad assemblare il proprio orologio Furlan Marri, a mettere le lancette, il quadrante, ad assemblare la cassa e il rotore. E se ne andranno con l’orologio al polso, dopo un workshop di 2-3 ore con un orologiaio professionista. È una nuova esperienza immersiva con un nostro partner nel centro storico di Ginevra. Pensiamo che sia un momento molto bello per essere più vicini alla nostra comunità, per proporre una migliore esperienza e una relazione tra cliente e marchio. Inoltre, il cliente ha la possibilità di vedere tutte le decorazioni e le finiture all’interno delle casse».

Furlan Marri Black Sector

Lo avevamo capito e Andrea Furlan ce lo ha confermato di persona: il marchio è un vulcano di idee per il quale il contatto con il cliente è fondamentale. Ora gli appassionati hanno una cosa sola da fare: mettersi comodi e aspettare la prossima novità. Siamo certi che non resteranno delusi.

By Davide Passoni