Sections
15 giugno 2024

Bovet: Récital 18 Shooting Star

Pascal Raffy ed i suoi maestri orologiai l’hanno fatta di nuovo. Una delle piu incredibili novità del 2016 in ambito di orologeria è sicuramente il Récital 18 Shooting Star Tourbillon. Quando presentato alla stampa e al pubblico, internet e tutti i social media sono letteralmente andati a fuoco.

Bovet - Recital 18 - Watch Insanity 02

5 giorni di riserva di carica, tourbillon a 60 secondi, emisfero con 24 fusi orari e indicatore delle città, emisfero delle fasi lunari, ore saltanti e minuti retrogradi, giusto per darvi un’idea, in poche parole, della complessità di questo capolavoro di meccanica.

Il primo emisfero è stato scelto per rappresentare la Terra, e consente la lettura dell’ora universale, che viene affissa tridimensionalmente ad ore 3. Intorno ad essa, un anello concentrico mostra l’ora del fuso orario selezionato, mentre il nome della città corrispondente appare nel rullo che si trova appena al di sopra dell’emisfero.

Due aperture circolari seguono la curva del globo lunare, e indicano l’età della luna vista sia dall’emisfero Nord che dall’emisfero Sud. L’indicatore delle fasi lunari è guidato da un meccanismo talmente accurato da non richiedere nessun tipo di correzione, addirittura per 122 anni.

La rappresentazione emisferica del tempo universal e delle fasi lunari richiede una costruzione particolare e complessa, per rispondere ai requisiti di qualità che carazzerizzano le creazioni di BOVET 1822. Ogni emisfero è lavorato a macchina in un unico pezzo e la superficie è incisa con il rilievo corretto. Gli oceani sono riempiti di materiale blu luminescente. I crateri lunari sono dipinti con un materiale bianco luminoso, mentre il cielo e lo spazio brillano di un blu scuro, creando un effetto ottico incredible.

Bovet - Recital 18 - Watch Insanity 01

Questi due emisferi occupano lo spazio ad ore 3, per il tempo universale, e a ore 9 per l’indicatore delle fasi lunari. Logicamente, i maestri orologiai di BOVET 1822 hanno utilizzato lo spazio a ore 12 per mostrare ore, minuti e riserva di carica.

Un disco piatto in vetro zaffiro indica le ore, che sono evidenziate quando passano al di sopra di una superficie in lacca bianca. L’affissione digitale delle ore consente una lettura del tempo facile ed immediata. Appena sopra, un indicatore curvo indica i 5 giorni di riserva di carica. Ancora più in alto, su un livello leggermente rialzato, è possibile leggere i minuti, indicati da una lancetta retrograda.

Per dare energia a tutte queste complicazioni, due bariletti generano 5 giorni di riserva di carica, il tutto controllato da uno scappamento a tourbillon che oscilla ad una velocità di 21,600 vph.

Prima del Récital 18 Shooting Star® Tourbillon, la definizione di infinito era definita da due concetti strettamente correlati: spazio e tempo. A questi ultimi oggi va aggiunta la passione di Pascal Raffy, e dei maestri artigiani della manifattura BOVET, che hanno provato ancora una volta di non avere limiti.

By Jacopo Corvo