Sections
27 January 2022

Blancpain: Air Command Flyback Chronograph

Nato a metà degli anni ’50, il cronografo Air Command è probabilmente l’orologio Blancpain più raro della sua epoca. Le uniche tracce del suo passato che esistono sono quelle raccolte a volte in occasione delle vendite all’asta – dove gli orologi Air Command hanno raggiunto prezzi stratosferici – e i ricordi sporadici dei discendenti della grande «famiglia» Blancpain degli anni ’50. 

Il nuovo Air Command di Blancpain, rispetta pienamente lo spirito dell’orologio da pilota vintage. Ha infatti un cronografo flyback e una lunetta girevole di quelle per il conto alla rovescia. La funzione flyback è una componente preziosa per i piloti. Consente, con una sola pressione, di azzerare il cronometraggio in corso e di far partire un nuovo conteggio mentre il cronografo è in funzione. Con un cronografo classico, impostare ogni nuovo conteggio richiede tre pressioni – su due pulsanti diversi – per arrestare, azzerare e far ripartire il meccanismo. La lunetta del conto alla rovescia invece ha la funzione di indicare il tempo rimanente fino all’arrivo a destinazione. I suoi numeri o indici sono disposti in senso antiorario, contrariamente a quelli della lunetta dell’orologio da immersione. L’Air Command di Blancpain possiede inoltre una scala tachimetrica che indica le velocità rispetto al suolo, oltre a un contatore dei 30 minuti con tre riferimenti allungati che marcano le sezioni di 3 minuti e un contatore di 12 ore. 

Blancpain Air Command Flyback Chronograph
Blancpain Air Command Flyback Chronograph

Blancpain ha scelto di mettere in risalto queste indicazioni con un blu che accentua il carattere dell’orologio e gli conferisce la giusta dose di modernità. Il quadrante è sublimato da un fine soleillage, mentre i contatori del cronografo sono azzurrati. Questo contrasto migliora la leggibilità del segnatempo, ideale sia di giorno che di notte grazie all’uso di indici e lancette in Super-LumiNova. Ritroviamo questo materiale luminescente anche sulla lunettadell’orologio, integrata da un inserto in ceramica anti-graffio in tinta con il colore del quadrante. Infine, vetro e fondello dell’Air Combat sono in vetro zaffiro «glass box», un elemento estetico forte dei modelli degli anni ’50. 

Il retro dell’orologio rivela il movimento di Manifattura F388B, caratterizzato da un bilanciere libero con spirale al silicio oscillante a una frequenza di 5 Hz. La concezione riflette la filosofia di Blancpain, incentrata tanto sulla precisione quanto sulla robustezza. Il bilanciere-spirale libero, regolato da viti di inerzia, è stato concepito per facilitare la regolazione fine e migliorare la resistenza agli urti. Paragonato alle spirali metalliche esistenti, la spirale al silicio è insensibile ai campi magnetici e garantisce una migliore precisione per tutta la durata della riserva di marcia. La frequenza di 5 Hz, dal canto suo, contribuisce a migliorare la precisione e consente inoltre di ottenere una divisione netta dei secondi in intervalli di 1/10. Il movimento F388B possiede un sistema di ruote a colonna con frizione verticale Blancpain molto evoluto che assicura una partenza e un arresto perfetto. Automatico, è sormontato da una massa oscillante in oro traforata con una terminazione a chiocciola, identica a quella dei ponti del calibro. 

Blancpain Air Command Flyback Chronograph

Proposta in oro rosso o in titanio di grado 23 – una qualità di titanio alto di gamma, molto raramente utilizzato nell’orologeria –, la cassa di 42,5 mm è impermeabile fino a 30 metri. Il modello è accompagnato da un cinturino in pelle di vitello blu con impunture bianche e disponibile al prezzo di €. 18.160 per la versione in acciaio e €. 29.220 per quella in oro rosso.

Blancpain Air Command Flyback Chronograph